Che cos’è l’alluce valgo? Trattamento dell’alluce valgo

L’alluce valgo (o deformazione dell’alluce) è un problema fisico caratterizzato dalla deviazione di un segmento osseo verso l’esterno. È anche chiamato “cipolla del piede”. Provoca molto disagio durante la deambulazione e rende difficile scegliere delle scarpe adatte.

Le fasi dello sviluppo dell’alluce valgo

  1. Disagio durante la deambulazione. Bisogna scegliere scarpe più larghe.
  2. Gonfiore e arrossamento intorno all’articolazione dell’alluce.
  3. Pronunciata sporgenza dell’articolazione. La sera, stanchezza e dolore lancinante alle gambe.
  4. Impossibilità di camminare correttamente. La fase avanzata dell’alluce valgo spesso conduce alla disabilità.

L’alluce valgo negli adulti: descrizione e cause

Nelle donne, la ragione principale della comparsa dell’alluce valgo sono le scarpe strette con tacchi alti e punta allungata. In questo caso, come si dice spesso, “chi bella vuole apparire un po’ deve soffrire”. Se si indossa questo tipo di scarpe tutti i giorni, verso i 35 anni si può sviluppare la sindrome dei piedi piatti, seguita dall’insorgenza dell’alluce valgo intorno 40 anni. Queste malattie si sviluppano come conseguenza di una scorretta distribuzione del peso sul piede.

L’alluce valgo può anche apparire in seguito ad alcune malattie endocrine e carenze ormonali legate durante la pubertà, la gravidanza, l’allattamento e la menopausa.

Il trattamento dell’alluce valgo negli adulti

L’alluce valgo è una malattia che può essere curata. Detto questo, la maggior parte degli approcci terapeutici sono mirati alla cura palliativa. Purtroppo, neanche i risultati della chirurgia non possono durare per sempre.

Le tecniche descritte di seguito consentono di alleviare la fase primaria ed intermedia dell’alluce valgo

  1. Massaggi. La deformazione del piede può provocare problemi di circolazione in tutto il corpo. Pertanto, oltre a dei massaggi al piede prescritti da un medico, bisognerebbe anche sottoporsi a massaggi alla schiena, alle natiche e alle gambe;
  2. Fisioterapia;
  3. Solette ortopediche;
  4. Calzature ortopediche;
  5. Nuoto;
  6. Pediluvi con aggiunta di sale ed estratti di conifera.

L’alluce valgo può essere trattato solo con l’aiuto di un dispositivo in gel chiamato Valgomed, che mantiene l’alluce nella posizione anatomica corretta. Nel corso del tempo, anche il piede torna nella posizione corretta, a condizione che il dispositivo venga utilizzato da 1 a 2 volte l’anno.

Trattamento dell’alluce valgo

I risultati positivi del fissatore Valgomed

  1. Scomparsa dell’osso sporgente;
  2. Prevenzione di malattie ossee ed articolari;
  3. Trattamento della platipodia trasversale;
  4. Effetto analgesico;
  5. Rimozione di edema e gonfiore;
  6. Prevenzione dell’intervento chirurgico, non c’è bisogno di essere seguiti a vita da un ortopedico;
  7. Possibilità di indossare nuovamente le proprie scarpe e calzature preferite.

L’alluce valgo nei bambini

L’alluce valgo nei bambini può causare la curvatura delle gambe. Colpisce i bambini dai 12 ai 18 mesi, cioè quando cominciano a camminare.

Le cause dell’alluce valgo nei bambini:

  • Sistema muscolo-scheletrico debole;
  • Sovrappeso;
  • Piedi piatti;
  • Rachitismo;
  • Lesioni alla caviglia.

I sintomi dell’alluce valgo nei bambini:

  1. Deformità del ginocchio;
  2. Deviazione dei talloni verso l’esterno;
  3. Camminare trascinando i piedi;
  4. Stanchezza durante la deambulazione;
  5. Dolore alle gambe, che peggiora alla fine della giornata.

L’alluce valgo nei bambini è caratterizzato da una distribuzione scorretta del peso durante la deambulazione. Ciò causa non solo la curvatura delle gambe, ma anche problemi di crescita e di sviluppo fisico.

Il trattamento dell’alluce valgo nei bambini

Purtroppo, il fissatore Valgomed è adatto solo agli adulti e agli adolescenti e non può essere utilizzato dai bambini piccoli. Tradizionalmente, l’alluce valgo infantile viene trattato con dei massaggi ai piedi, alle gambe e alle natiche. Anche la fisioterapia è un rimedio efficace: consiste in esercizi che prevedono di camminare in punta di piedi, far rotolare delle palline di plastica, camminare su superfici robuste e tappeti massaggianti. Allo stesso tempo, assicuratevi che i bambini non stiano in piedi a gambe larghe e inserite nelle loro scarpe delle solette ortopediche.

Leave A Reply

Your email address will not be published.